Segnalazione Certificata Inizio Attività (S.C.I.A.) - ::: La rete civica del Comune di Albenga :::

guida ai servizi - ::: La rete civica del Comune di Albenga :::

Segnalazione Certificata Inizio Attività (S.C.I.A.)

Responsabile del procedimento: Geom. Giulio Ferrua - Geom. Andrea Parolo - Geom. Maurizio Rubino
  • Soggetto titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia

  • Titolare del potere sostitutivo: Dott.ssa Anna Nerelli
  • Unità organizzativa responsabile dell’istruttoria: Ufficio Edilizia

  • Responsabile dell'ufficio: geom Giulio Ferrua
  • Telefono: Tel.0182 562265
  • Email: urbanistica@comune.albenga.sv.it
  • Orari: Area Amministrativa:lunedì e mercoledì 9,00 - 13,00 e giovedì 15,30 - 17,30 Area Tecnica: lunedì e mercoledì 9,00 - 13,00
  • Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale: Ufficio Edilizia

  • Responsabile dell'ufficio: geom Giulio Ferrua
  • Telefono: Tel.0182 562265
  • Email: urbanistica@comune.albenga.sv.it
  • Orari: Area Amministrativa:lunedì e mercoledì 9,00 - 13,00 e giovedì 15,30 - 17,30 Area Tecnica: lunedì e mercoledì 9,00 - 13,00
Cos'è: La Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) è entrata in vigore il 30 luglio 2010 con l’art. 49 della Legge n. 122/2010 in sostituzione della previgente Dichiarazione di Inizio Attività (DIA).
La Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) consente l'immediato avvio dei lavori sotto la responsabilità dei soggetti che sottoscrivono la segnalazione, corredandola delle necessarie dichiarazioni sostitutive di certificazioni, atti di notorietà, attestazioni e asseverazioni di tecnici abilitati, degli eventuali necessari pareri già acquisiti e degli opportuni elaborati grafici.
Chi può richiederlo: Proprietario, aventi titolo, liberi professionisti incaricati
A chi è destinato: A chi è interessato a realizzare interventi di nuova costruzione o di ristrutturazione urbanistica, manutenzione straordinaria con interventi sulle strutture, restauro e risanamento conservativo, opere di eliminazione delle barriere architettoniche in edifici esistenti consistenti in rampe o ascensori esterni, ovvero in manufatti che alterino la sagoma dell'edificio, recinzioni, muri di cinta e cancellate, revisione o installazione di impianti tecnologici al servizio di edifici o di attrezzature esistenti e realizzazione di volumi tecnici che si rendano indispensabili, sulla base di nuove disposizioni, varianti a permessi di costruire già rilasciati che non incidano sui parametri urbanistici e sulle volumetrie, che non cambino la destinazione d'uso e la categoria edilizia e non alterino la sagoma e non violino le prescrizioni contenute nel permesso di costruire, parcheggi di pertinenza, cambio di destinazione d'uso senza opere, in generale, tutti gli interventi non riconducibili all'elenco di cui all'articolo 10 e all'articolo 6 del DPR 380/01 e art. 24 L.R. 16/2008 con la sola esclusione dei casi in cui sussistano vincoli ambientali, paesaggistici o culturali.
Modalità di Attivazione: A domanda
Come si richiede : Domanda in carta semplice con allegata la documentazione tecnica e progettuale in singola copia, sottoscritta dal proprietario e dal tecnico abilitato.
Tempi: L’amministrazione competente, in caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti di cui al comma 1, nel termine di 60 giorni dal ricevimento della segnalazione adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa, salvo che, ove ciò sia possibile, l’interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività ed i suoi effetti entro un termine fissato dall’amministrazione, in ogni caso non inferiore a trenta giorni.
Validità documentazione rilasciata: L’attività oggetto della segnalazione può essere iniziata dalla data della presentazione della segnalazione all’amministrazione competente.
Spese a carico dell'utente: Diritti di Segreteria ammontanti ad Euro 100,00 o Euro 150,00 qualora l’opera ricada in zona vincolata dal punto di vista ambientale paesaggistico
Riferimenti legislativi (Normativa): DPR 380/2004, L.R. 16/2008, Legge 122/2010